Domenico Moramarco, il “profumiere dei Vip”, red carpet al Festival del Cinema di Venezia

Domenico Moramarco

Intervistiamo Domenico Moramarco, premiato “Miglior Fragrance Blogger d’Italia”, l’influencer pugliese ha creato il profumo personalizzato alle celebrities presenti

Milano – 13 settembre 2022

Cos’hai fatto al Festival del Cinema di Venezia?

Invitato in una nota hospitality Il Salotto delle Celebrità, ho realizzato il profumo personalizzato per gli ospiti presenti tra cui Manuela Arcuri, Walter Nudo, Sara Croce, Emanuela Tittocchia, Ciro Florio e molti altri…

Chi è il “fragrance blogger”?

Il fragrance blogger è una persona appassionata di profumeria artistica e di nicchia e racconta questa sua passione attraverso i social. Recensisco profumi di nicchia che ricevo da aziende da ogni parte del mondo e li commento sulla mia pagina Instagram @perfume_specialist. Oltre questo, a Venezia e Milano, organizzo regolarmente atelier di creazione del profumo.

Che cosa fa un “fragrance blogger”?

Il fragrance blogger avvicina le persone al mondo della profumeria partendo dalle proprie passioni e gusti, racconta e interpreta le varie fragranze di differenti marchi sia italiani che stranieri e da nozioni sulle caratteristiche dei diversi profumi, sui nasi che li hanno creati, sulle materie prime utilizzate, consigli su quale profumo indossare e per quale occasione. La scelta di alcuni profumi è anche legata alla propria personalità. Mi piace scoprire sempre brand nuovi ed esclusivi, focalizzarmi sul design del flacone e del tappo, sulla persistenza, sul packaging e soprattutto sulla qualità e sostenibilità delle materie prime utilizzate.

Come è possibile realizzare un profumo?

Creare un profumo è difficilissimo oltre che complicato, è come realizzare un’opera d’arte. Il profumiere, meglio conosciuto come “naso”, può selezionare fino a centinaia di pregiati olii essenziali che, combinati tra loro, stempererà in alcool, rispettando una piramide olfattiva con note di testa, note di cuore e note di fondo, per realizzare una fragranza gradevole, unica e spettacolare. Con l’utilizzo di basi di varie famiglie olfattive, spiego come combinarle e il risultato è strepitoso, i profumi creati sono sempre super apprezzati. Il partecipante, dopo la mia spiegazione, è in grado di creare il proprio profumo personalizzato.

Red Carpet al Festival del Cinema di Venezia. Raccontaci la tua esperienza.

Invitato, ho sfilato sul red carpet, un’emozione indescrivibile. Un premio personale al merito dopo anni di studi, sacrifici e rinunce. Solcare il red carpet è una delle cose più belle che una persona possa fare nella vita, pochi minuti che ti segnano in positivo. Per l’occasione ho scelto un abito teatrale indossato per l’opera”Pagliacci” all’Arena di Verona dell’Atelier Stefano Nicolao, sarto veneziano che realizza costumi per il Carnevale di Venezia e per rappresentazioni teatrali al Teatro La Fenice, all’Arena di Verona, alla Scala di Milano e al Metropolitan di New York .

Hai anche ricevuto un premio come “Miglio Fragrance Blogger d’Italia”, vuoi parlarcene?

Giovedì 8 settembre durante il Grand Gala delle Celebrità presso l’Hotel Ausonia Hungaria al Lido di Venezia ho ricevuto il premio come “Miglior Fragrance Blogger d’Italia”. Una premiazione inaspettata che corona una decade di studi e ricerche. Io sono storico dell’arte a Venezia, negli anni ho dedicato i miei studi al Museo del Profumo di Palazzo Mocenigo, occupandomi di coordinare le visite guidate degli spazi espositivi e le attività dedicate della creazione del profumo. Grazie ai social, Instagram in primis, ho potuto comunicare questa mia passione a migliaia di persone che condividono con me le stesse emozioni. Essere premiato come “Miglior Fragrance Blogger d’Italia” significa per me essere pioniere di una nuova figura che sta emergendo e che sarà sempre più rivalutata, saremo una decina in tutta Italia. Mi fa piacere estendere al grande pubblico i segreti e le peculiarità del mondo della profumeria artistica e di nicchia, per andare oltre la promozione fatta dalle multinazionali che impongono best seller spesso acquistati più per il brand che per il contenuto.

Qual è il ruolo dei social network secondo te?

Ho sempre colto l’importanza del digitale e del suo potere come strumento per diffondere notizie uniche ed originali ad un pubblico enorme oltre i confini locali. Non ho fatto altro che comunicare la mia passione attraverso i social, Instagram in primis, dove racconto i profumi principalmente di marchi piccoli e sconosciuti, spesso sono realizzati da aziende familiari che custodiscono ricette e tradizioni secolari. L’attività è cresciuta esponenzialmente durante la pandemia, emotivamente ero depresso ma mi faceva piacere far star bene la gente, distogliendoli dal dramma della situazione mentre ascoltava le mie “pillole” di un minuto dedicate ai profumi. Attualmente collaboro con più di ottanta aziende che da tutto il mondo mi inviano profumi per presentarli alla mia community.

Quali progetti hai per il futuro?

In futuro proporrò, oltre alla recensione, delle vere e proprie campagne marketing per promuovere i migliori brand e le fragranze d’eccellenza soprattutto i nuovi lanci. La profumeria artistica e di nicchia rappresenta un mercato enorme, inesplorato, occorre studiare la storia del brand, del profumiere, della fragranza e del perché il naso ha utilizzato una materia prima piuttosto che un’altra prima di poterla recensire. Raccontare il mondo della profumeria sui social va oltre il semplice lato estetico, occorre essere preparati ed amare quello che si fa. Fondamentale è, per me, dare un contenuto di qualità come il prodotto che rappresento.

Durante il prossimo Festival del Cinema di Roma, creerò il profumo personalizzato agli ospiti presenti, inoltre presenterò nuove fragranze di nicchia mai presentate al grande pubblico. Creerò a breve una mia linea di profumi con pregiate e selezionate materie prime, sostenibili, confezioni plastic free, flaconi in vetro di Murano per dare valore alle eccellenze artistiche veneziane.

Bio

Domenico Moramarco, pugliese, risiede a Milano. Laureato in Lingue e Letterature Straniere per la Mediazione Interculturale presso l’Università degli Studi di Bari, completa la sua formazione accademica con un Master Internazionale in Management dei Beni e delle Attività Culturali presso l’École Supérieure de Commerce di Parigi poi con una laurea magistrale in Storia dell’Arte Contemporanea presso l’Università Ca’ Foscari. Guida turistica e museale, dopo molti anni in cui ha lavorato come mediatore culturale per le più grandi istituzioni culturali veneziane tra cui i Musei Civici di Venezia, la Fondazione Giorgio Cini, Palazzo Grassi e Punta della Dogana Fondazione Pinault, la Collezione Guggenheim, dal 2017 al 2019 è stato Brand Ambassador del marchio di profumi The Merchant of Venice. Attualmente lavora come brand ambassador del brand Vitra presso il corner alla Rinascente Duomo di Milano e come pubblicista free lance per l’International Web Post.org, fragrance blogger e organizzatore di eventi dedicati all’artigianato artistico a Milano e Venezia.

Link di reindirizzamento:

https://www.instagram.com/perfume_specialist/

 

Condividi su:
ComVideo i tuoi comunicati in diretta streaming

RecentPosts

mente sana

Una mente sana aiuta a vivere meglio

Benefici per la salute mentale: Tenere la mente attiva può aiutare a prevenire l’insorgenza di malattie mentali come la depressione e la demenza.
Miglioramento della memoria: Allenare la mente può aiutare a migliorare la memoria a breve e lungo termine.
Sviluppo delle capacità cognitive: Attività mentali come risolvere puzzle, giocare a giochi di strategia e leggere libri possono aiutare a sviluppare le capacità cognitive.
Mantenimento della flessibilità mentale: Mantenere la mente attiva può aiutare a mantenere la flessibilità mentale e a prevenire la rigidità mentale.

Read More »

Partners